Una class action contro Pallotta. Gli investitori: “Hanno cercato di spazzare via gli interessi economici dei membri di minoranza”

Il tutto accade quando la trattativa con Friedkin è in fase di rallentamento.

Le firme per la cessione della Roma erano tanto vicine ed ora, per l’emergenza Coronavirus, sembrano tanto lontane. La pandemia ha rallentato le trattative, come specifica anche il comunicato della Roma, ma spuntano dei retroscena che riguardano il presidente Pallotta. La conferma arriva direttamente dagli Stati Uniti dove dei piccoli investitori, che fanno parte di AS Roma SPV LCChanno fatto partire una class action contro il bostoniano colpevole, secondo loro, di volerli estromettere dalla vendita della società. L’accusa è guidata da Daniel Feldman e Jonathan Wyatt Gruber. “Questo caso riguarda le persone che controllano la gestione quotidiana di una società che cerca di spazzare via gli interessi economici dei membri di minoranza dell’azienda attraverso una transazione nuda e autointeressata. L’impatto di questo cambiamento retroattivo è stato quello di garantire che, se la società fosse stata venduta, gli investitori di minoranza avrebbero ricevuto sostanzialmente meno soldi in cambio dei propri interessi“.

Fonte: law360.com.