Data di pubblicazione: sabato 14 Agosto, 2021 8:40

Serie A ferma al palo, mercato difficile per le squadre italiane

In Serie A, il calciomercato è piegato dalla crisi causata dall’emergenza COVID-19 che, negli ultimi quattordici mesi, non ha permesso alle squadre di guadagnare i potenziali ricavi derivanti dalla vendita dei biglietti per le proprie gare casalinghe. In questa finestra estiva per i trasferimenti, i club del nostro campionato stanno ridimensionando i loro obiettivi per migliorare le proprie rose: fino a questo momento, non si vedono squadre italiane pronte a sfidare sul mercato le altre potenze europee pur di accaparrarsi i calciatori più in voga del momento.

Nonostante la situazione che sta colpendo il calcio, in particolar modo quello nostrano, in Serie A la Roma è una delle poche big che sta riuscendo a regalare al proprio allenatore una squadra competitiva per la stagione che ormai è alle porte. Al momento, i giallorossi hanno chiuso tre operazioni ufficiali per quanto riguarda il mercato in entrata: il primo nome che si è aggiunto alla nuova Roma è Rui Patricioportiere d’esperienza proveniente dal Wolverhampton sotto specifica richiesta di José Mourinho per risolvere il problema tra i pali che ha afflitto il club capitolino negli ultimi anni; successivamente è arrivata l’ufficialità di Eldor Shomurodov, un attaccante duttile dotato di grande qualità e fantasia per il quale la Roma ha fatto un investimento importante (sono stati pagati nelle casse del Genoa ben 17,5 milioni di euro a cui potrebbero essere aggiunti alcuni bonus); l’ultimo arrivato in casa Roma è, fin qui, Matías Viñaterzino sinistro classe 1997 titolare dell’Uruguay e che ha vinto tanto in Sudamerica con le maglie di Nacional Palmeiras arrivato per sopperire alla mancanza di Leonardo Spinazzola.

A poco più di due settimane dalla fine del calciomercato estivo, Tiago Pinto e José Mourinho sono a lavoro per finire di costruire al meglio la Roma che verrà; ai tre nomi predentemente elencati, la dirigenza capitolina deve aggiungere anche altri profili: sono tante ancora le zone del campo da migliorare. In casa giallorossa serve urgentemente un grande centrocampista che possa dare tecnica leadership in mezzo al campo, caratteristiche per cui Granit Xhaka sarebbe stato perfetto nello scacchiere giallorosso. Nello scorso campionato, la Roma ha subito ben 58 gol in 38 partite: questo deve essere un segnale per Tiago Pinto, il quale deve regalare a José Mourinho un difensore centrale di spessore da affiancare a ManciniSmallingKumbulla Ibañez. L’ultimo tassello per completare la rosa giallorossa è l’attaccante: con la quasi ormai certa partenza di Edin Dzeko, aggrapparsi alle spalle di Mayoral Shomurodov per un’intera stagione potrebbe essere un rischio, perciò si sta lavorando per portare a Roma una prima punta di livello come Tammy Abraham.

IL MERCATO DELLE ALTRE BIG – Come detto in precedenza, non è un calciomercato esaltante per le squadre di Serie A: i club più attivi fin qui, oltre la Roma, sono LazioAtalanta Milan. I biancocelesti hanno già acquistato due buoni nomi che conoscono molto bene il nostro campionato come Hysaj Felipe Anderson riuscendo comunque a bloccare, per ora, i suoi giocatori più forti; inoltre, si stanno trattando profili importanti come Torreira Kostic. La Dea ha ceduto due titolari come Gollini Romero, ma trovando dei degni sostituti come Musso Demiral. Il Milan, nonostante i pesantissimi addii di Calhanoglu Donnarumma, sta investendo bene sul mercato puntando su tanti giovani, come Brahim (per lui un ritorno dopo la passata stagione in rossonero)o il campione di Francia Maignan, uniti all’esperienza di Olivier Giroud.
Un discorso a parte va fatto per l’Inter che, dopo le dolorosissime partenze di Hakimi Lukaku, sta iniziando adesso a fare mercato: dopo il clamoroso arrivo di Calhanoglu, i nerazzurri hanno pensato solo a vendere. Adesso che la società milanese ha fatto cassa, sono tanti i nomi che si stanno trattando, dai quasi sicuri arrivi di Dzeko e Dumfries, al sogno Nandez Correa.
I veri assenti ingiustificati di questa finistra di mercato sono la Juventus e il Napoli, che ancora non hanno regalato nessun nome importante ai propri tifosi.

ilgiallorosso.it