“Scommettevo per i calciatori”

È iniziato ieri l’interrogatorio fiume a mister Y, il “Civ” Bazzani, dal pm Di Martino: dalla sua bocca non escono i botti di fine anno, ma qualche petardo piuttosto interessante. Queste le sue parole riportate da Il Messaggero: “Conobbi Mauri il giorno dopo Lazio-Juventus (3 maggio, ndr), me lo presentò Brocchi in un pranzo a Ponte Milvio. Era presente anche la fidanzata Miriam. Mi lasciò il suo numero di telefono, ovvero quello della scheda intestata, e iniziai a parlarci nel corso di tutto il mese di maggio. Mauri mi chiedeva informazioni e pareri su partite di calcio su cui scommettere”.

La serie A trema: “Sì, scommettevo per i calciatori. Mauri mi chiese di alcuni incontri di scommesse relative al calcio. Gattuso? Un amico”. Faceva da intermediario, forse qualcosa di più: era un esperto dell’over e girava le informazioni ai giocatori. Parola dell’ordinanza di Cremona: «Grazie alle sue entrature e conoscenze nell’ambito delle dirigenze, in particolare della Serie A, e dei calciatori “disponibili” alla corruzione, concludeva accordi che, per ogni singola partita, potevano giungere a un introito a suo favore, comprensivo del denaro necessario per la corruzione, di circa 700 mila euro a incontro».