Data di pubblicazione: martedì 17 Marzo, 2015 1:44

Rudi Garcia: “Serve maggiore cattiveria, noi abbiamo giocato e la Sampdoria ha segnato. Il mio futuro? Sono innamorato della Roma ma non voglio essere un peso”

Queste le dichiarazioni di Rudi Garcia al termine della partita.

Roma-Lazio serie A“La Roma ha giocato e la Samp ha segnato? Il riassunto è veritiero, purtroppo nel primo tempo non abbiamo avuto successo nelle giocate offensive quando era possibile segnare. Nella ripresa gli avversari hanno segnato alla prima occasione avuta, nata su un nostro errore, poi dopo l’espulsione di Keita è cambiato tutto. Penso fosse possibile risparmiare questo cartellino rosso.

Finché le occasioni ci sono, vuol dire che è il gioco a portarcele: poi dobbiamo essere più cattivi e ritrovare l’incisività sotto porta già da giovedì, solo così i gol potranno arrivare i gol. Non abbiamo tempo per lamentarci, bisogna saper perdere: questa sconfitta fa avvicinare altre squadre dietro a noi, ma già da domenica, anche se con diversi uomini in meno, dobbiamo riprenderci i punti persi questa sera.

Nei primi 45 minuti, come detto, le occasioni ci sono state, anche sfruttando lo spazio alle spalle dei difensori avversari e trovando giocatori in movimento. Poi sullo 0-2, in dieci, la stanchezza si è fatta sentire in più. Dobbiamo guardare avanti, digerire la sconfitta e cercare di qualificarci giovedì contro la Fiorentina, anche perché giocheremo in casa: dobbiamo vincere, sarà l’unica cosa da fare.

È normale aspettarsi molto dai giocatori che hanno talento e noi li abbiamo: sono loro a dover risolvere la partita quando l’opportunità si presenta. La Lazio a un punto? La preoccupazione, ora, è solo quella di vincere contro i viola e fare di tutto per superare il turno: prima di pensare al campionato, c’è questa partita di Europa League”.

asroma.it

In conferenza stampa il tecnico ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Io sono sereno e tranquillo e non mollerò niente fino all’ultimo secondo di questa stagione, fino all’ultima partita. Ho imparato a innamorarmi di questa Roma, di questa città e di questo club ma non sarò mai un peso per questo club. Io darò tutto fino a alla fine e faremo i conti a fine stagione”.