Roma, Pedro è il piano anti crisi

Risparmiare sui costi dei cartellini, prendere giocatori in prestito o svincolati e guardare soprattutto all’estero per via di una tassazione ridotta: è questo il piano della Roma per combattere la crisi, oltre chiaramente alle cessioni. E in tal senso, nelle ultime ore, c’è stata un’accelerata per Pedro, che si libererà a zero dal Chelsea. Nello scacchiere di Fonseca può fare sia l’esterno che il vice Dzeko. Lo spagnolo ha detto sì al biennale proposto dalla Roma di 3,5 milioni. L’obiettivo di Pallotta è quello di costruire una squadra esperta, pronta subito in attesa di cedere la società. Una linea che non si sposa con quella del ds Petrachi, che è ormai un uomo solo a Trigoria. Per ora il ds non si dimette, si va avanti dunque da separati in casa. Intanto al mercato ci lavora Baldini, col benestare di Fonseca.

il messaggero

www.ilgiallorosso.it