Data di pubblicazione: lunedì 11 Maggio, 2015 0:50

Parma-Napoli 2-2 – Donadoni accusa: “Ci hanno chiesto di perdere la partita”. Il Napoli: “Impegno del Parma encomiabile”

parma napoliRoberto Donadoni accusa il Napoli. Dopo il pareggio fra il Parma e la squadra partenopea c’è stata tensione in campo al Tardini, con la rissa sfiorata fra Higuain e Mirante (secondo il racconto dei bordocampisti tv il portiere avrebbe dato un buffetto all’argentino, che avrebbe risposto “cosa vuoi, siete in Serie B…”).

Il tecnico ha spiegato: «Quello che è successo nel finale non mi interessa anche se alcune cose le ho sentite anche con le mie orecchie. Una squadra come la nostra, che, a dispetto di tutto quello che sta succedendo come la rinuncia di gran parte dello stipendio, va in campo e lotta per qualcosa tenendo testa ad una squadra come il Napoli sia solo da esempio. Sentirsi dire che dovevamo perdere la partita perché siamo falliti è una cosa indecorosa, indecente e schifosa. Questa frase non è venuta solo da Higuain, perché in campo a volte i giocatori si fanno prendere dalla foga. La cosa drammatica è quando la senti pronunciare da dirigenti: vedere persone, che solitamente hanno un certo equilibrio, cadere così in basso è tragico. Se mi riferisco a Bigon? Non mi interessa dire a chi mi riferisco: sono cose che sono accadute, se devo dire qualcosa di personale a Tizio o Caio vado da Tizio o Caio. Il futuro del Parma? Solo Dio lo sa. Ci vuole qualcuno che si metta la mano sulla coscienza e una sul portafoglio», dice il tecnico del Parma ai microfoni di Mediaset Premium. 

Questa la risposta del Napoli via Twitter: “Tutte le proteste di fine partita erano rivolte esclusivamente alle continue perdite di tempo. Nessuna di queste proteste riguardava l’impegno del Parma che è stato ovviamente encomiabile”.