Data di pubblicazione: sabato 03 Marzo, 2018 23:16

Napoli-Roma 2-4: le pagelle. Ci si rialza da grande squadra. Dzeko, il San Paolo odora di casa. Alisson ancora supereroe

 

 

E chi se lo sarebbe mai aspettato? Vittoria convincente per 4-2 della Roma sul difficilissimo campo del Napoli e fantasmi (forse) scacciati. Dopo la rete a freddo di Insigne, i giallorossi sono bravissimi a rimanere concentrati e trovare il fortunoso pari con Under dopo appena 60 secondi. Da quel momento i ragazzi di Di Francesco accrescono la loro qualità riuscendo a trovare il raddoppio con Dzeko, assistito da Florenzi. Il bosniaco, coccolato dallo stadio che già l’anno scorso l’aveva visto protagonista, si ripete con un sinistro a giro. Ci pensa poi Perotti a siglare la definitiva quarta rete sfruttando un cadeau dell’ex compagno Mario Rui; inutile il gol di Mertens nel finale. Si torna nella Capitale con tre punti che possono avere un peso specifico enorme in ottica terzo posto.

ROMA

Alisson 7.5 – Supereroe. Come altro si potrebbe definire? Riscalda i guanti facendosi scivolare un banale pallone in avvio, poi mette in mostra tutte le sue qualità feline negando al Napoli diverse marcature con interventi prodigiosi. Intraprende una sfida nella sfida con Insigne e la vince ampiamente.

Florenzi 6.5 – Avvio shock, in cui lascia troppo indisturbato Mario Rui che riesce a crossare per il gol di Insigne. Secondo dopo secondo riesce a prendere le misure sia al suo ex compagno sia a Insigne, che da metà primo tempo è quasi sempre stoppato dal tuttofare romano. Salva con un guizzo sulla linea una punizione a due in area di Mertens.

Manolas 7 – Leader della retroguardia giallorossa, è attento e concentrato per tutti i 93 minuti. Preziosissimo in determinate situazioni su cui si immola a corpo morto per ribattere le conclusioni avversarie.

Fazio 6 – Tralasciando la scarsissima precisione con il pallone tra i piedi, partita sufficiente quella disputata dal Comandante che forse sarebbe potuto uscire in pressione al centro dell’area di rigore su Insigne.

Kolarov 6.5 – Bel balzo in avanti rispetto le ultime uscite. Vero, il sinistro non è ancora tornato quello di inizio stagione ma la prestanza atletica e la concentrazione riprendono a viaggiare ad alta velocità.

De Rossi 6.5 – È preso spesso in velocità tra le linee dai piccoletti avversari, ma riesce a sopperire quanto può a questa situazioni con i suoi grandi posizionamenti. La condizione fisica è certamente cresciuta rispetto le scorse gare e questo giova immediatamente sulle geometrie capitoline.

Strootman 7 – Tantissima qualità quella impressa questa sera dall’olandese. Svolge entrambe le fasi con impressionante qualità, proponendosi spesso e volentieri in avanti e stoppando in moltissime situazioni le avanzate partenopee. La Roma ha decisamente bisogno del miglior Strootman.

Nainggolan 6.5 – Ancora lontano dalla porta, svolge comunque un grandissimo lavoro oscuro che coniuga fase di rottura e fase di ripartenza. Perfetto il corridoio che disegna per Under: il suo preciso pallone fa involare il turco verso la porta avversaria.

Perotti 7 – Mario Rui gli confezione un regalo che l’argentino, pur non essendo un bomber d’area di rigore, non può far altro che sfruttare. Primi 20 minuti della partita a rilento, poi accresce la qualità delle sue giocate fino a siglare la definitiva quarta rete che tranquillizza gli animi dei tifosi.

Under 6.5 – Se si intromette anche la fortuna nel momento positivo del turco non si può che esultare. Il gol del momentaneo uno a uno è un bacio della Dea Bendata ma il movimento del giovane calciatore a sfruttare l’assist in profondità di Nainggolan è eccezionale. Difficile mettere in atto i suoi consueti strappi in questa gara, ma è bravo anche a far salire la squadre e dare il suo apporto in retroguardia.

Dzeko 8 – Se ogni trasferta della Roma si giocasse al San Paolo, forse Edin non sarebbe proprio scontento. Replica la doppietta dello scorso anno con due marcature degne del suo nome nonostante un avvio da brividi con una miriade di passaggi errati. Dopo il primo gol cresce la fiducia del bosniaco che si ripete nella ripresa con un sinistro che si infila nell’angolino basso alle spalle di Reina.

Gerson 6 – Uno buonissimo scampolo di partita per il brasiliano, che gestisce con ordine i palloni che gravitano nel centrocampo.

Pellegrini s.v. – Per fortuna domani, riguardando il suo folle passaggio arretrato verso Alisson, i tifosi romanisti non potranno che farsi una risata.

El Shaarawy s.v. – Qualche minuto nel terreno di gioco per rilevare l’acciaccato De Rossi.

Di Francesco 8 – Un risultato che da un punto di vista (molto remoto) può anche far rabbia, perché non fa altro che sottolineare la grande qualità che la Roma e i risultati migliori che questa rosa avrebbe potuto ottenere. Preparazione della gara ineccepibile da parte del mister, che ringrazia il suo bomber, in grado di caricarsi la squadra sulle spalle.