Data di pubblicazione: giovedì 10 Luglio, 2014 10:22

Mondiali, senza reti Argentina-Olanda, la Selecciòn passa 4-2 ai calci di rigore

messi higuain argentinaSi è giocata ieri la semifinale dei Mondiali di Brasile 2014 che avrebbe decretato l’avversaria della Germania per la vittoria finale della competizione. In campo alle 22 italiane sono scese Argentina e Olanda, due squadre che avevano, sebbene con un potenziale offensivo straordinario, improntato le proprie prestazioni sulla fase difensiva, e si è visto. La partita non ha regalato grandi emozioni, le due fazioni si sono studiate e hanno poi provato ad affondare il colpo, ma senza troppa convinzione. Evanescenti anche i campioni più attesi: da una parte il tre volte Pallone d’Oro Messi, dall’altra l’accoppiata da far paura RobbenVan Persie. Il punteggio non si è sbloccato entro i 90 minuti regolamentari, tanto meno nei 30 supplementari: 0-0. Rigori. Questa volta Van Gaal non ha previsto di far entrare il fantomatico “para-rigori” Krul e lascia in campo Cillesen, mossa che non paga: il protagonista è l’ex-Samp Romero che ne neutralizza due. Ipnotizza prima il rigorista numero uno, il difensore Vlaar, poi uno che di rigori in carriera ne ha segnati, Sneijder, non manda neanche sul dischetto Huntelaar, è 4-2. L’Albiceleste è in finale, dove troverà una Germania spietata e a prima vista inarrestabile. Certo che, dovesse batterla, vincere un mondiale in casa dell’avversario di sempre non sarebbe poi così male.