Marta Fischer: “Bastos non ha rifiutato il Napoli: l’offerta della Roma è arrivata prima”

Marta Fischer, agente di Michel Bastos, ha rilasciato una lunga intervista al portale web “ultimecalcionapoli.it” in cui ha chiarito le vicissitudini che hanno portato il terzino brasiliano alla corte di Garcia.  “Michel non è ancora della Roma, certo ci manca pochissimo. È appena sbarcato in Italia col mio socio, Emmanuel De Kerchove; nel momento in cui sosterrà le visite mediche allora sarà tutto ufficiale.” – ha esordito Fischer – ” Il giocatore è andato alla Roma per vari motivi, tra l’altro era da due anni che ne parlavamo. Siamo onorati ed orgogliosi dell’interessamento del Napoli e ci dispiace. Il giocatore voleva l’Italia, Napoli e Roma sarebbero state entrambe piazze gradite: sono due grandi club, nessuno dei due è stato ritenuto migliore dell’altro. L’importante era sbarcare in Serie A per giocarsi la partecipazione al Mondiale. Non è neppure vero che la scelta sarebbe stata dettata da Garcia; non dimentichiamo che anche Benítez è un allenatore tra i più importanti. Il problema, semmai, è stato di tempistica”. L’agente ha poi spiegato qual è stato il problema fondamentale riguardo alla trattativa con i partenopei:  L’offerta del Napoli è arrivata in tarda serata. Prima d’allora non era giunta nessuna proposta. Devo dire che l’abbiamo ritenuta subito interessante, tuttavia è sorta una complicazione che, stranamente, non avevano calcolato: il venerdì a Dubai è tutto chiuso, nessuno fa nulla, è come la domenica da voi: le attività si fermano, dunque anche le trattative. Voi lo avete riportato, ma curiosamente gli altri in Italia, persino a Napoli, sembravano non saperlo. Eppure è una cosa nota. E così, la proposta è stata esaminata in ritardo. Se fosse stata inviata mercoledì, forse adesso Bastos vestirebbe un’altra maglia”. Marta Fischer ha concluso l’intervista chiarendo alcuni dettagli sui presunti infortuni del laterale brasiliano: Il mio assistito ha avuto un acciacco tempo fa, ma è una cosa vecchia e per la quale è già stato curato. Ho letto di lesioni gravi ad un braccio: tutte bugie. Il vero infortunio l’ha avuto quando giocava nel Lille. In Arabia c’è stato solo un piccolo problema ad una mano”.