Data di pubblicazione: venerdì 24 Aprile, 2015 20:12

Mancini: “Vogliamo dare continuità ai risultati”

mancini interIl tecnico nerazzurro in conferenza stampa, presentando il match di sabato contro la Roma, con un pensiero al Derby: “Grazie tifosi, coreografia bellissima. Il calcio dovrebbe essere sempre così”

Il match di domani contro la Roma, la condizione di singoli, un commento sui giovani come Gnoukouri e non solo. E poi, un ringraziamento ai tifosi per “la splendida coreografia del Derby. Il calcio dovrebbe essere sempre così”. Roberto Mancini nella conferenza stampa tocca diversi temi e si comincia, proprio dagli avversari di domani.

“La Roma ha fatto meglio di noi in questo campionato anche se ha avuto un momento di difficoltà. Noi siamo migliorati molto, anche se non abbiamo ottenuto i risultati desiderati”, comincia il tecnico nerazzurro. “Inter-Roma negli ultimi 10 anni è stata una partita importante. Vogliamo dare continuità viste le prestazioni di Verona e quella nel Derby. Sarà una partita difficile perché la Roma deve giocare assolutamente per il secondo, terzo posto. Europa? Non dipende solo da noi, davanti abbiamo diverse squadre. Finché ci sono i punti a disposizione, uno deve sempre nutrire la speranza di arrivarci. Iniziamo a vincere la partita di domani, poi vediamo”.
Arrivano poi domande sul futuro: “Il presidente Thohir ha una grande voglia di fare una grande squadra. È una cosa molto importante. È chiaro, le trattative a volte si concludono a volte non si concludono”.
Si entra nel dettaglio dei singoli. E si comincia da Shaqiri. “Abbiamo comprato Xherdan a gennaio perché pensiamo possa avere un grande futuro. Poi, nell’arco della stagione qualcuno può scendere di condizione e altri possono stare meglio. Shaqiri è un grande giocatore e ha la nostra piena fiducia. Nelle ultime settimane era un po’ sottotono, ma non c’è nessun problema. Sono scelte tecniche”.
I giovani, altro tema toccato. “Voglio fare i complimenti a Vecchi e a tutto lo staff. Se Gnoukouri è arrivato qui, il merito è loro. Ha delle qualità, non subisce pressione ed ha margini di miglioramento enormi. Si è messo a disposizione, è entrato bene a Verona, ha fatto bene il Derby e può essere un giocatore per il nostro futuro. Credo che qualche altro giovane debutterà e valuteremo poi chi potrà far parte della prossima rosa. Camara, Dimarco, Correia: ci saranno possibilità, sicuramente”, continua il tecnico.
Vidic? Nelle ultime settimane, sta molto meglio fisicamente. Come ogni giocatore della sua età, deve lavorare bene per stare al meglio della condizione. Tutti devono dare il massimo”.
Infine, una domanda anche sul mercato.Touré? È un giocatore del City che è un grandissimo club. Io non so se ci sarà questa possibilità, posso pensare che Yaya avendo giocato in quasi tutti i campionati d’Europa, possa ritenere che venire in Italia sia importante per lui. L’Inter è un club importante, non è un club qualsiasi. Può giocare ovunque a centrocampo”, ha concluso Mancini.