Legge sugli stadi si, legge sugli stadi no

Con l’incubo speculazione a fare da spauracchio e le reazioni forti di Morassut (Pd) e Verdi, la questione dell’emendamento stadi rischia di provocare il primo scontro fra Renzi e Letta. Mentre l’entourage del ministro (renziano) Delrio prova – senza ottismo – a pensare ad una norma che non scontenti troppo lo sport (De Laurentiis, presidente del Napoli, è sfiduciato: «I politici stanno riducendo la legge al nulla»), c’è chi punta ad una corsia preferenziale per il disegno di legge di Nardella (braccio destro di Renzi a Firenze) e Fossati: una legge (più lenta) ma anche molto meno ”invasiva” per il territorio. Convitato di pietra l’emendamento di Forza Italia che riapre alla speculazione, una trappola politica nella delicata fase della fiducia alla legge di Stabilità per il neonato governo Letta 2. Renzi (a Firenze niente cubature residenziali per il progetto viola) vuole correre questo rischio ora? (Leggo)