Data di pubblicazione: giovedì 25 Giugno, 2015 16:49

L’AS Roma ripercorre la trattativa Nainggolan

rudi garcia nainggolanPer Walter Sabatini è stata una trattativa complicata, lunga, ma alla fine conclusa con profitto e soddisfazione. D’altronde, il Direttore Sportivo lo aveva dichiarato in tempi non sospetti: “L’affare per definire la comproprietà del ragazzo sarà complessa, ma siamo onorati di poterla fare perché si tratta di un grande calciatore”. Il ragazzo e calciatore in questione è Radja Nainggolan, centrocampista classe 1988, uno dei migliori interpreti della stagione 2014-2015 nella rosa di Rudi Garcia.

Tra i giocatori di movimento – quindi, escluso il portiere titolare, Morgan De Sanctis – il belga è quello che ha collezionato più minuti in campo: 2775 in campionato, corrispondenti a 35 presenze. Il tutto corredato da 5 gol, suo record assoluto in carriera. Il primo dei cinque, peraltro, messo a segno contro la Fiorentina alla prima giornata. Una rete che ha aperto le marcature stagionali per la formazione romanista. Non male per uno che per mestiere non deve necessariamente superare il portiere avversario, ma impostare il gioco e interrompere le manovre degli altri. Non male nemmeno considerando le cifre degli attaccanti della Roma che al massimo di reti ne hanno segnate 8 (Ljajic e Totti).

Un rendimento alto, insomma, ma soprattutto costante. Lo testimonia la media voto della “Gazzetta dello Sport”, il primo quotidiano sportivo italiano: 6.41 è il risultato delle pagelle pubblicate durante l’anno. Per Garcia si tratta di un elemento imprescindibile. Di lui ha grossa stima, come dichiarato in un’intervista a France Football: “Per pressare e andare a prendere palloni dai piedi degli avversari esistono pochi giocatori come lui – le parole dell’allenatore di Nemours – Credo che sia un talento fortissimo nei duelli e possiede una grande capacità di recuperare palloni e ripartire sempre in avanti. La sua potenza è fenomenale e gli permette di essere sempre primo nel recuperare palloni per riprendere velocemente il possesso palla. È una vera forza della natura con una mentalità eccezionale ed il carattere del vincente: è un leader”. Caratteristiche proprie dei centrocampisti top in Europa. “Come Verratti al Psg o Vidal alla Juve – ancora Garcia – Radja è un giocatore box to box, uno che si sa proiettare in avanti e che sa inserirsi. Gode della piena libertà di cui ha bisogno per provare ad esprimere il suo potenziale. Se si gioca a due davanti alla difesa con un giocatore più lento ma più riflessivo come De Rossi, si ottiene la coppia perfetta. Ha 27 anni e molta gente lo scopre soltanto oggi, ma comunque ha ancora molto talento da esprimere”.

Buon per la Roma, che sul numero quattro ha investito parecchi capitali. Tra prestito oneroso (3 milioni), acquisto della prima metà (6 milioni) e riscatto definitivo (9 milioni). Il totale fa 18 milioni. Mai un centrocampista giallorosso era stato pagato così in passato (i cartellini di Emerson nel 2000 e Strootman nel 2013 si aggiravano sui 17 milioni).

“Finalmente sono al 100% giallorosso, quello che abbiamo sempre voluto io e la società. Ringrazio il club e Pallotta per il grande sforzo, ripagherò in campo come ho fatto finora e anche di più! Forza Roma! Adesso testa alla prossima stagione!”, è il tweet del “Ninja” dopo l’annuncio ufficiale del club. Tutto è bene quel che finisce bene.

(asroma.it)

Classifica serie A

Our Facebook Page