Data di pubblicazione: mercoledì 11 Aprile, 2018 16:30

La Roma raggiunge una semifinale europea dopo 27 anni. Olimpico maledetto per il Barça: 2 ko e un pari

ilgiallorosso.itDa sogno, da infarto. Semplicemente da impazzire. La Roma estrae dal cilindro una prestazione maiuscola, meravigliosamente perfetta, e riesce a trasformare l’inimmaginabile in realtà. 3-0 e Barcellona spazzato via. Non c’è Messi che tenga, non c’è tradizione né orchestra magica in grado di contrastare e placare la furia giallorossa. L’ultima qualificazione romanista ad una semifinale europea risaliva addirittura alla stagione 1990-1991: eliminato l’Anderlecht ai quarti di Coppa Uefa.Per la Roma si tratta del quarto trionfo casalingo con le formazioni spagnole in Champions. I tre precedenti nel 2002 (“primo” 3-0 al Barça), nel 2006 (1-0 al Valencia) e nel 2008 (2-1 al Real Madrid). L’Olimpico si conferma autentico tabù per i malcapitati blaugrana: doppio ko e un pari in 3 match disputati. Semplicemente pazzesco il cammino interno dei giallorossi nell’attuale edizione del massimo torneo continentale. La porta di Alisson è imperforabile: 5 gare, 4 vittorie e zero gol al passivo. L’imbattibilità in casa si estende dunque a 465’: ultimo gol subito dal Porto nel preliminare estivo dell’agosto 2016. In generale sono 18 i “clean sheet” da inizio anno su un totale di 42 partite giocate. Otto i rigori concessi alla Roma in tutta la stagione: 4 falliti e 4 trasformati (due da Perotti, uno da Defrel e De Rossi).Ancora lui, sempre lui, inevitabilmente lui. La scossa la dà di nuovo Edin Dzeko da Sarajevo. Sono 8 le reti siglate in Champions con la maglia della Roma dal bosniaco, che aggancia Mirko Vucinic diventando così il 2° miglior goleador giallorosso di sempre in questa competizione. 20 i sigilli totali in stagione dell’ex City (14 in campionato, 6 in Europa), mentre il numero complessivo di gol con la Roma sale a 69: 29 di questi, il 42,02%, hanno sbloccato, com’è accaduto ieri, un risultato di parità. Torna a segnare nella competizione regina d’Europa Daniele De Rossi, a distanza di due anni e mezzo dall’ultima volta: 20 ottobre 2015, doppietta alla BayArena di Leverkusen. Sono 7, in tutto, i centri in carriera del numero 16 in Champions. Kostas Manolas si conferma invece il difensore più prolifico della rosa di Di Francesco: 4 gol da inizio anno. A un passo, il greco, dal proprio record personale di reti in una singola stagione (5) fatto registrare ai tempi dell’Olympiakos, nel 2013-2014.

Classifica serie A

Our Facebook Page