Data di pubblicazione: venerdì 12 Marzo, 2021 10:35

La Roma decolla verso i quarti

Fonseca cancella il suo passato, divertendosi all’Olimpico: la Roma vince 3-0 contro lo Shakhtar Donetsk e ipoteca la qualificazione ai quarti di Europa League, mai raggiunti in questa competizione. Meritato il successo, anche se Pau Lopez è tra i migliori in campo. Soprattutto largo, con le reti azzurre di Pellegrini, El Shaarawy e Mancini e senza incassare gol: l’ideale guardando alla partita di ritorno in Ucraina, giovedì a Kiev. La traccia fa la differenza: Mayoral e il recuperato Dzeko partono in panchina. Fonseca, insistendo con il 3-4-2-1, invita lo Shakhtar a scoprirsi e preferisce il falso nove Mkhitaryan al centravanti di scorta e a quello titolare. Dietro di lui, uscito dopo 35 minuti, Pellegrini e Pedro, l’ultimo giallorosso ad aver vinto l’Europa League nel 2019 con il Chelsea di Sarri e anche quello con il palmarès più ricco per i 25 trofei collezionati in carriera. Sta a loro darsi da fare alle spalle della punta centrale. E non a caso è il trio a indirizzare il match a metà del 1° tempo. In contropiede, rubando l’idea al collega Castro, Mkhitaryan scambia veloce con Pedro che imbuca per Pellegrini, più sveglio di Ismaily che lo tiene in gioco: tocco d’esterno sull’uscita di Trubin e vantaggio della Roma.

Il Messaggero

ilgiallorosso.it

Our Facebook Page