Ultime Notizie

Dybala in tribuna nella vittoria contro l’Honduras. Il ct Scaloni: “Inutile rischiarlo, disponibile dalla prossima” Stadio di fattibilità. Pietralata: il nuovo iter parte il 3 ottobre DERBY ROMA-LAZIO: info biglietti. Da oggi al via la prima fase di vendita riservata agli abbonati in Curva Nord Termina la gara Italia Inghilterra 1-0 Risultato finale Italia-Inghilterra, Nations League 1-0, gol di Raspadori Spinazzola: “Quando siamo tornati a Roma dopo la Conference League ci siamo resi conto di ciò che avevamo fatto”

La Roma degli americani è tra le novità che compaiono all’interno della ‘Deloitte Football Money League’ stagione 2012-13. Nella 17/a edizione della classifica annuale dei club calcistici con i maggiori ricavi, il club di Pallotta occupa infatti la 19/a posizione grazie a entrate pari a 124.4 milioni di euro (8,5 in più rispetto al 2011-12, +7%). La fetta più grande arriva dai diritti tv (66 mln) seguita dai ricavi commerciali (38,3) e dal botteghino (20,1). I ricavi dei 20 top club europei comunque sono cresciuti complessivamente dell’8% nel 2012-13 arrivando a toccare quota 5,4 miliardi di euro. E per guadagnare un posto tra i primi 30, è stato necessario generare oltre 100 mln di euro. Nella prima edizione della ‘Money League’ (1996-1997), ad esempio, solo il Manchester United superava questa soglia.
Assieme a quella giallorossa sono presenti in classifica altre tre società italiane, con laJuventus a fare da battistrada (9/o posto, € 272.4). La Vecchia Signora, rispetto allo scorso anno, sale di ben quattro gradini grazie all’impatto positivo generato sul bilancio dalle entrate provenienti dallo stadio di proprietà. Alle spalle della Juve, a chiudere la top ten, c’è poi il Milan (10/a € 263.5) che perde due posizioni, mentre l’Inter (15/a, € 168.8) scende di quattro pagando la mancata partecipazione alle coppe europee. Al 19/o posto ecco quindi la Roma che, secondo la Deloitte, “dopo un inizio di stagione estremamente positivo è fiduciosa di assicurarsi un posto nella prossima Champions League” e di conseguenza “un miglioramento nelle future edizioni della Money League”. Tra le prime trenta figurano anche Napoli (22/o, € 116.5) e Lazio (28/o, € 106.2).
Tuttavia, fa notare lo studio, mentre la maggioranza della ‘Money League’ è caratterizzata dalla crescita di reddito in un mercato difficile, i club italiani (ad eccezione della Juventus) stanno scivolando sempre più giù. Il motivo? Non possedendo uno stadio di proprietà hanno più difficoltà a investire e generare ricavi pari a quelli delle altre società europee.

‘Deloitte Football Money League’ 2012-13

1. Real Madrid € 518.9 mln
2. Barcellona € 482.6
3. Bayern Monaco € 431.2
4. Manchester United € 423.8
5. Paris Saint-Germain € 398.8
6. Manchester City € 316.2
7. Chelsea € 303.4
8. Arsenal € 284.3
9. Juventus € 272.4
10. Milan € 263.5
15. Inter € 168.8
19. Roma € 124.4
22. Napoli € 116.5
28. Lazio € 106.2

AS ROMA ‘Deloitte Football Money League’ 2012-13

Ricavi € 124.4 milioni di euro / 8,5 in più rispetto al 2011-12 (+ 7%)

Dettaglio entrate:
Broadcast € 66 mln / 1,6 in più rispetto al 2011-12 (+ 2%)
Matchday € 20.1 mln / 5,7 in più rispetto al 2011-12 (+ 40%)
Commercial € 38,3 mln / 1,2 in più rispetto al 2011-12 (+ 3%)