Data di pubblicazione: lunedì 18 Ottobre, 2021 11:11

Juve-Roma la decide Orsato

Per la Roma Torino si conferma uno stadio maledetto…Orsato di più

Più Roma che Juve da subito ma, come più già visto altre volte, al primo affondo i padroni di casa passano castigando i giallorossi. Palla sporca nel mezzo, saltano in due alle spalle di Ibanez con un improbabile rimpallo che finisce per favorire Kean e inchiodare l’incolpevole Rui Patricio. Ma l’azione è «sporcata» da un fallo di mano di Cuadrado in avvio di giocata: per Orsato va bene così. È il 16esimo e le cattive notizie non sono finite per la Roma che dopo cinque minuti perde di nuovo Zaniolo. Il giovane
talento giallorosso si tocca dietro al ginocchio destro e chiede il cambio: al suo posto El Shaarawy, che è un’altra cosa. Tegola pesante per un giocatore che non riesce a trovare continuità dopo due ginocchi «rifatti» e qualche problema legato a una condizione che stava tornando quella di un tempo: la speranza giallorossa è che non sia l’inizio di un nuovo calvario.

La squadra di Mourinho non molla resta in partita e sul finire della prima frazione, con l’umore in crescendo, ha l’occasione per riaprire tutto. Orsato come sempre non è chiaro sull’azione che porta al rigore giallorosso per un fallo di Danilo su Abraham perché sul proseguimento dell’azione lo stesso inglese aveva pareggiato: regolarmente. Macché, c’è la Var che manda la Roma sul dischetto: cosa che, se l’arbitro ha fischiato sul primo fallo alla fine sarebbe pure giusto così, se non fosse che le spiegazioni date da Orsato a Veretout all’intervallo sono del tuto diverse e parlano di un inesistente «vantaggio»…mah. Così Veretout prende la palla per andare sul dischetto ma Abraham lo rimbrotta perché vorrebbe tirar lui: è tutto vero e guarda caso poi Veretout sbaglierà il primo rigore in giallorosso graziando la Juventus.

Insomma, della serie facciamoci del male, la Roma va all’intervallo sotto e giocherà un secondo tempo praticamente a una porta: ma non basterà perché alla Juve si è «apparecchiata» la partita perfetta. Ci provano tutti, Veretout, Vina, Cristante, ma non c’è niente da fare nonostante Mourinho faccia il diavolo a quattro in panchina, finisce così. La Roma rimedia la terza sconfitta stagionale in campionato (derby e Juve, mica male) e si guarda attorno cercando di capire perché: stavolta non l’ha meritata per niente… ma il calcio è anche questo e con i «va bene così» non si va da nessuna parte anzi si torna indietro. Allegri l’ha vinta e dopo quello consegnato ad Ambra in settimana, stavolta Staffelli e Striscia la Notizia potranno consegnarne un altro a Mourinho per aver perso una partita così: incredibile ma vero. Per la Roma Torino si conferma uno stadio maledetto…Orsato di più.

“Il Tempo”.

ilgiallorosso.it