Data di pubblicazione: lunedì 06 Luglio, 2015 20:48

Iago Falque si presenta: “Qui per dimostrare il mio valore e per vincere”

iago falque roma grandeLa prima conferenza stampa di Iago Falque in giallorosso.

Qual è il tuo obiettivo per questa stagione?
“L’obiettivo è vincere: è quello che mi hanno detto appena sono arrivato”.

Ci racconti le prime impressioni che hai avuto qui alla Roma con i nuovi compagni?
“Li ho visti ieri tutto il giorno e oggi, sono molto contento. Ho parlato con l’allenatore e i compagni: ho voglia di iniziare”.

Quest’anno per la Roma un secondo posto sarebbe come una sconfitta?
“Una squadra come la Roma deve sempre puntare il più in alto possibile. Sono già due anni che arriva seconda, ora stiamo lavorando per raggiungere la Juventus”.

Hai un po’ faticato ad importi, poi c’è stata l’esplosione al Genoa. Ti aspettavi la chiamata della Roma?
“È  vero, prima di questi ultimi due anni non avevo la stessa maturità. L’anno scorso è stato il migliore per me, ho fatto una grande stagione assieme a tutta la squadra e questo mi ha dato opportunità di arrivare in una grande squadra. Ora ho tanta voglia di dimostrare che posso giocare a questi livelli”.

Hai già parlato con Garcia? Cosa si aspetta da te?
“Ho parlato con lui ma non ancora di tattica. Piano piano cominceremo a parlarne. Quando una squadra così compra un giocatore è perché sa cosa può dare e io sono convinto che farò molto bene come ho fatto l’anno scorso nel Genoa”.

Qual è il ruolo dove senti di poter dare il meglio di te?
“L’anno scorso ho giocato quasi sempre esterno a destra: questo è il ruolo in cui ho giocato negli ultimi anni ed è quello che mi piace di più.  Se l’allenatore vorrà qualcos’altro da me lo farò volentieri”.

Sei arrivato in squadra che lo scorso anno ha faticato a segnare: pensi che potrai raggiungere la doppia cifra e superare le pressioni di questa città?
“Quando vieni in una squadra come la Roma sai che troverai tanta pressione e che devi fare bene perché ci sono tanti tifosi a seguirti, ma è questo è ciò che vuole un calciatore. L’anno scorso ho fatto 13 gol, quest’anno non dico nessuna cifra ma spero di fare altrettanto bene”.

Il rendimento della scorsa stagione è stata solo questione di testa e maturità o anche l’ambiente e la tattica ti hanno aiutato?
“Penso che la cosa più importante sia stata la fiducia che avuto nell’ultimo periodo ma anche la maturità. Quando sono arrivato in Italia pochi scommettevano su di me e ho fatto bene. A Roma arrivo con la stessa voglia di dimostrare che posso giocare anche in una squadra di questo livello”.

Quanti avversari avrà davanti a sé la Roma per puntare allo Scudetto?
“Dobbiamo guardare a noi e proseguire nel nostro lavoro e fare passi in avanti. Quello che fanno gli altri non è un nostro problema: abbiamo una grande rosa e una buona squadra, arriveranno altri giocatori: possiamo competere con tutti in questo campionato”.

La nostra pagina Facebook