Garcia si nasconde: “I favoriti sono loro”

Il big match di questa sera tra Roma e Napoli, vera e propria sfida scudetto, si potrebbe leggere anche come un ribaltamento dei luoghi comuni. Come fa notare l’edizione odierna de Il Corriere della Sera, infatti, la classifica del campionato italiano prevede, almeno al momento, un francese e uno spagnolo in testa alla classifica, proprio nel paese che pensa di avere i più grandi allenatori del mondo. Per ora Garcia non si sbilancia e parla di coincidenze, anche se il suo calcio è così attento e studiato che è difficile credere che sia tutto frutto del caso. Il tecnico della Roma vede ancora favorite Napoli e Juventus per l’obiettivo finale, ma sulla singola partita si sbottona un po’ di più: “Ho visto allegria e determinazione nell’ultimo allenamento. Alla partita ci arriviamo bene. Le fatiche nelle nazionali? Ci sono per tutte e due le squadre. E a Pjanic, che si è qualificato al Mondiale con la Bosnia, e a Florenzi, che ha segnato il suo primo gol in azzurro, hanno portato anche tanta felicità. Mi dite che tutte le squadre che hanno vinto 8 gare di fila hanno poi conquistato lo scudetto? Allora vi chiedo: l’Atletico Madrid ne ha vinte 8 su 8, per questo è favorito su Barcellona e Real Madrid?”

 

Nonostante la prudenza di Garcia i punti in classifica parlano chiaro e portano ad un interrogativo: può essere l’anno degli stranieri? In Spagna sono primi due tecnici argentini (Martino al Barcellona e Simeone all’Atletico Madrid), in Inghilterra un francese (Wenger, Arsenal), in Germania uno spagnolo (Guardiola, Bayern), in Francia un italiano (Ranieri, Monaco) e in Italia un francese di origine andalusa (Garcia). Si tratta davvero solo di una tendenza?