Garcia: “Per farsi rispettare a Roma ci vuole carattere”

Il tecnico giallorosso, Rudi Garcia, è stato intervistato dalla rivista francese VSD. Ecco un estratto delle sue parole:

Il primo incontro l’ho avuto con il Direttore Sportivo Walter Sabatini, poi mi sono recato a New York per incontrare il presidente americano della Roma, James Pallotta. Mi ha spiegato che, nonostante avesse investito più di cento milioni in due anni, non aveva intenzione di fermarsi lì. Sul progetto ci siamo accordati in fretta. Totti? A lui ho inviato il mio primo messaggio quando sono arrivato. Mi ha dato il benvenuto e mi ha detto che insieme avremmo potuto fare grandi cose. La gaffe a inizio anno sui tifosi laziali? Quando sono arrivato ho trovato una squadra abbattuta dalla sconfitta in Coppa Italia contro la Lazio, i grandi rivali cittadini, e una mancanza di risultati per due anni. Al primo ritrovo, un gruppo di sostenitori aveva riservato insulti a una parte dei giocatori e, in conferenza stampa, dissi che chi insultava un giocatore della Roma è un tifoso laziale. Ho compreso rapidamente che per farsi rispettare qui ci vuole carattere“.