Garcia:”Abbiamo giocato tutta la partita per vincere, il Torino aspettava solo un nostro errore. Gli errori arbitrali? Sono fatti di gioco”

La Roma ottiene solo un punto nella trasferta di Torino finita 1-1. Di seguito le parole di Rudi Garcia: “Abbiamo giocato tutta la partita per vincere, anche sull’1-1 abbiamo attaccato tanto, fino alla fine, mi è piaciuto. Così è il calcio, non possiamo vincere sempre, ma un pari fuori casa non è mai negativo, va bene per noi. E’ mancato Pjanic a centrocampo? No, sono contento della partita di Bradley, far giocare la terza partita in una settimana era molto importante avere giocatori più freschi che meritano di giocare. Anche Burdisso ha fatto una bella partita e sono contento di lui. Il record? Per noi non era un peso. E’ sicuro che senza Totti e Gervinho abbiamo meno soluzioni, non era possibile giocare dall’inizio con Borriello e Ljajic, il cambio era necessario per entrambi, andavano alternati. Dopo è difficile vincere senza attaccanti sul campo, per questo ho fatto questa scelta. Nel primo tempo non abbiamo sofferto nulla sulle ripartenze, il Torino aspettava solo un nostro errore. Nel secondo tempo si sono aperti più spazi. L’arbitro? Non dico nulla sulle decisioni arbitrali, non ho visto nulla. Ma abbiamo preso un gol dove Benatia era in vantaggio sulla palla e il giocatore del Torino era indietro. Non so se era fallo, ma sicuramente è un fatto di gioco. Il pareggio ha cambiato tutto e il Torino ha fatto una strategia tutta indietro e ripartire. Per noi forse era più facile così per segnare un secondo gol, ma è così. Su Maicon? Forse non è successo niente. Io faccio solo il mio mestiere, l’arbitro fa il suo. L’allenatore, il giocatore, gli arbitri sbagliano, sono fatti di gioco. Non fa niente, sfruttiamo questo punto che non è mai negativo in trasferta e facciamoci trovare pronti per vincere la prossima partita. Juve-Napoli? Oggi, perché non abbiamo vinto, bisogna guardare ai risultati degli altri, ma speriamo di fare punti la prossima giornata per guadagnare vantaggio su uno o sull’altro o su tutti e due”.