Data di pubblicazione: giovedì 03 Dicembre, 2020 7:40

Fonseca: “I giocatori hanno capito cosa devono migliorare”. Cristante: “Napoli? Un caso isolato”

Share This
Tags

Conferenza Pre Young Boys

Il tecnico portoghese, ieri, alla vigilia della gara di Europa League contro lo Young Boys. Con lui anche il centrocampista giallorosso

Ieri si è svolta la conferenza stampa di Paulo Fonseca, che questa sera con la sua Roma sfiderà lo Young Boys all’Olimpico nella gara di Europa League. Assieme al tecnico in conferenza anche il centrocampista Bryan Cristante.

Fonseca

La Roma dopo l’Europa League non gioca mai di lunedì. Ritiene la squadra penalizzata?
“Preferisco sempre avere più tempo per far recuperare la squadra. Credo che le squadre che giocano l’Europa League possono giocare lunedì, ma non è una scusa perché abbiamo cambiato sempre giocatori in questa fase, potrà diventare più difficile più avanti. Preferisco sempre avere più tempo per fare recuperare la squadra”.

E’ vera la notizia della sfuriata dei Friedkin alla squadra?
“Non è vero, ma io voglio dire di più. Dal primo giorno che sono arrivato qui ho sempre avuto grande rispetto per i giornalisti, faccio le mie analisi in modo onesto. Questa notizia è una grande bugia, questo non è un lavoro serio, questo non è rispettare la squadra”.

Sono stati compresi gli errori di Napoli da parte della squadra?
“Sì, abbiamo fatto le analisi come sempre. I giocatori hanno capito cosa devono migliorare, chiaro che succeda così”.

Ha paura che la squadra perda fiducia dopo Napoli?
“No. E’ importante capire, come abbiamo fatto, ciò che non è andato bene e quello che è successo con il Napoli. Ma nessun dramma o depressione, questo si crea fuori ma non deve entrare qui. Abbiamo perso e la squadra ha capito: ha fiducia, non è questo risultato con il Napoli che altera la fiducia della squadra. L’atmosfera è buona e non ci sono ragioni per non avere fiducia”.

Dopo Napoli cosa ha rimproverato ai calciatori?
“Io trovo sempre di essere equilibrato nelle analisi e penso che dopo la partita noi abbiamo la conferenza stampa e le interviste più vicine alla partita e dobbiamo essere equilibrata. Parlare con i giocatori è un’altra cosa. Abbiamo fatto l’analisi e loro hanno capito senza paura di dire ciò che penso ai miei giocatori. Ma l’analisi, nei dettagli, è fatta con la squadra, sempre”.

Dzeko e Pellegrini sono apparsi lontani dalla migliore condizione. Giocheranno domani?
“Vedremo domani, ma è vero che Lorenzo e Dzeko sono stati fuori tanto tempo e dobbiamo avere attenzione nella condizione fisica e scegliere quello che è meglio in questo momento. Vediamo domani”.

Domani la Roma si gioca il primato nel girone. Sarà più attento alla prestazione o al risultato?
“Il risultato è sempre la cosa più importante, ma per me è importante anche la prestazione. La squadra deve essere come normalmente è, giocare come fa sempre, senza pensare alla partita con il Napoli. Abbiamo finito la partita con il Napoli, l’analisi di ciò che non è andato bene e ciò che dobbiamo migliorare. Questa è un’altra partita e dovremo giocare per vincere”.

Cristante

Contro il Napoli la squadra è sembrata lunga e spezzata. Come mai?
“Non abbiamo fatto una buona partita, abbiamo visto i nostri errori tra ieri e oggi. E’ una partita singola, abbiamo fatto bene tutte le altre. Domani dovremo fare lo stesso bene”.

Vi siete dati una spiegazione sul perché del blackout di Napoli?
“Sappiamo di non aver fatto una buona partita. Può capitare, è stato un caso isolato. Siamo andati in difficoltà, anche il Napoli ha i suoi meriti. Ma da domani faremo rivedere il nostro gioco”.

Il mister ha creato per te un ruolo alla Bonucci, qualche mese fa avevi detto di preferire una posizione più avanzata. Ora ti stai trovando meglio?
“In questo momento c’è bisogno di me lì, giocando in un ruolo si migliora e si prende confidenza. Ora c’è bisogno lì, deciderà il mister”.

Si parla molto delle difficoltà contro le grandi, ne avete discusso?
“No, perché sinceramente non penso sia una cosa vera. In questa stagione e nella passata abbiamo sempre fatto ottime partite, ricordo poche sconfitte. Non abbiamo mai affrontato il discorso”.

Quali sono i punti di forza dello Young Boys?
“È un’ottima squadra, molto intensa. Ci aspetterà una partita difficile, fondamentale. Dobbiamo fare un’ottima prestazione per prenderci il primo posto”.

www.ilgiallorosso.it

Classifica serie A

Our Facebook Page