Data di pubblicazione: sabato 28 Giugno, 2014 13:28

Di Carlo: “A Prandelli si può rimproverare solo di non aver portato uno come Toni”

di carloErrori di Prandelli? Prima del Mondiale credo di no, l’appunto che gli si può fare è di non essersi portato un attaccante di spessore come Toni. In questi anni credo che Prandelli abbia lavorato bene. Si è andati a giocare in un Paese in cui il clima favorisce le sudamericane, l’Italia ha pagato una sconfitta contro la Costa Rica. Balotelli? Quando ci sono sconfitte di questo tipo in Italia si finisce subito sulla graticola. Si cerca sempre un capro espiatorio. Il gruppo non è andato bene e questo è un dato di fatto, ogni singolo giocatore poteva fare di più. È riduttivo far ricadere la colpa su uno solo. Il calcio di Prandelli è un calcio dove il possesso palla è fondamentale, non butterei via tutto il lavoro dell’ex ct. Mancini o Allegri come nuovo ct? Guidolin (ride, ndr). Io sceglierei Allegri perché è un allenatore giovane e viene dal Milan e conosce le grandi competizioni. Per onestà e professionalità Allegri è perfetto ed ha più esperienza rispetto a Mancini“. Queste le parole di Domenico Di Carlo, ex tecnico del Livorno in questa stagione, riguardo il fallimento della spedizione azzurra in Brasile ai microfoni di Radiosei.

Classifica serie A

Our Facebook Page