Data di pubblicazione: domenica 26 Agosto, 2018 16:47

Confrenza Di Francesco: “Cristante domani partirà quasi sicuramente dal primo minuto. Kluivert è pronto per fare il titolare. Pastore può giocare esterno offensivo”

Immagine in evidenza

Eusebio Di Francesco, mister della Roma, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita contro l’Atalanta. Queste le sue parole:

Domani contro l’Atalanta sarà la sua 200esima panchina in Serie A che effetto le fa? 
Che se non l’aveste scritto voi non ci avrei mai pensato. Naturalmente è un bel traguardo ma cerchiamo sempre di migliorarlo. Mi auguro che domani sarà una festa e aldilà delle mie 200 panchine spero che possa vincere la Roma che è la cosa più importante.

Nella scorsa stagione la Roma perse contro l’Atalanta in casa, quali errori non dovrà rifare domani? 
Parliamo di una partita giocata più di sette mesi fa, per cui mi sembra inutile andarla a ripescare per fare delle valutazione. Sappiamo però che l’Atalanta sta bene e in quest’ultimo periodo ha già fatto partite importanti rispetto a noi. Ha giocato col Copenaghen, meritava di vincere, affrontiamo una squadra che sa quello che vuole con un ottimo allenatore.

Sarà convocato Strootman? 
Come sapete per Kevin c’è una trattativa in corso e la società sta facendo le sue valutazioni. Oggi lo vedrò all’allenamento e valuteremo insieme quello che sarà il da farsi. Sapete come la penso perché mi sono già capitate queste situazioni, vedete Dzeko lo scorso anno, per quello se il giocatore da la sua disponibilità, soprattutto mentale, sarà convocato. Le convocazioni comunque le vedrete dopo e capirete cosa avremo scelto insieme.

Kluivert è pronto per partire dal primo minuto? 
E’ pronto per partire dal primo minuto e per entrare a partita in corso. E’ un ragazzo che sta facendo un percorso di crescita. Ritengo che si sta adattando benissimo a questo calcio, partendo dagli allenamenti in cui mette grandissima determinazione e applicazione. E’ una pedina che posso utilizzare sia a partita iniziata sia a gara in corso, valuterò. E’ di certo tra quei giocatori che possono entrare dall’inizio.

In settimana è stato provato Pastore come esterno alto, può essere una soluzione per il futuro? 
Si è una valutazione che sto facendo. Non è una sorpresa dal momento che sapevamo che poteva giocare anche in quel ruolo. L’ho provato anche in altri allenamenti ed è una soluzione. Poi se andate a vedere i dati, anche da mezzala è un giocatore che ha svariato molto dietro le punte piuttosto che da mezzala classica. Pastore ha principalmente qualità: dribbling e assist. Queste qualità si sono viste pochissimo a Torino e lo sa bene anche lui. Ci aspettiamo maggiore qualità in quello che va a fare, aldilà del ruolo. Lo posso mettere anche a fare l’attaccante centrale o il terzino ma se su sette palloni me ne sbaglia cinque, il ruolo cambia poco. Credo sia più importante che giocando tanto riacquisti la serenità e riesca a mettere la propria qualità al servizio della squadra.

Qual è la sua opinione sulla partenza di Strootman? 
Io credo che questo argomento non può essere più importante della partita di domani. E’ stato considerato un giocatore importante come tanti altri fino a quando è stato con me. Parlare di titolari a me non piace. Credo che bisogna fare una scelta insieme, il desiderio un po’ di tutti è quello di continuare questo percorso. Nella Roma abbiamo tanti centrocampisti, ognuno farà le proprie valutazioni. Per me viene prima la forza della squadra e poi del singolo.

Ci sono tanti giocatori difficili da inquadrare come ruolo quest’anno. E’ cambiato qualcosa rispetto all’anno scorso in cui parlava di specificità di ruoli?
Per avere maggiore qualità ci vogliono giocatori che abbiano determinati mezzi tecnici. Pastore è uno di questi. Coric è uno di questi. Non è vero che Coric non può giocare a sinistra, tanti da trequartisti sono diventati esterni, convergendo tra le linee. Ci sono dei trequartisti molto più bravi a prendere palla a sinistra tra le linee, essendo di piede destro. Rifinitori, trequartisti, chiamateli come volete, io voglio una squadra con maggiore qualità per concretizzare al meglio la grande mole di gioco che facciamo.La ricerca deve essere questa piuttosto che sui ruoli specifici. Zaniolo può fare benissimo la mezzala. Vi ricordate di Perrotta? Era un mediano diventato trequartista con grandi capacità di inserimento. Sto cercando di mettere dentro giocatori con la qualità dell’ultimo passaggio.

La Roma dove si può collocare alla luce delle partite viste? La Roma farà un gran campionato se…? 
E’ prematuro dirlo, ma il fatto di aver lavorato insieme con tanti giocatori per un anno, avendo avuto la possibilità di fare un ritiro continuo e lavorando non solo tecnicamente e tatticamente ma anche fisicamente, mi auguro che la squadra possa avere ampi margini di crescita e di questo ne sono convinto. Riprendo Pastore nella scorsa partita, perché se uno può dire ha sbagliato tanto perché ha corso poco e invece fino al 75′ Pastore aveva corso più metri di tutti i giocatori in campo, con una velocità media alta. A differenza vostra sono in possesso di determinati dati. A questo giocatore manca la sua qualità migliore, sono convinto che la troveremo il prima possibile.

Come si può passare in una settimana da Strootman titolare alla prima giornata ad un giocatore sacrificabile a mercato chiuso?
Io ho fatto una scelta legata al centrocampo, dove meritavano in tanti da giocare, poi magari in futuro avrei fatto altre scelte. Voglio far sentire tutti importanti. Compreso Kevin che ha giocato la prima partita da titolare. Le situazioni vanno lette a 360°, va guardato il calciatore, la società e anche io. La cosa importante è avere tutti i giocatori che abbiano il desiderio. Io col giocatore non ho ancora parlato di niente, ci parlerò oggi. Stiamo parlando di un qualcosa non definito, non nascondiamo la trattativa, è concreta. Le scelte vanno fatte insieme alla fine. Io faccio l’allenatore e in questo momento prima di tutto viene l’importanza della squadra, della Roma, anche in riferimento a Kevin.

Cristante può giocare titolare domani? Che cosa può dare in una partita come quella contro l’Atalanta, che è una squadra molto in forma?
Sicuramente ha una grande condizione fisica, gli allenamenti all’Atalanta venivano fatti ad alto ritmo e si è visto subito appena è arrivato. Lo abbiamo voluto fortemente, può giocare da mezzala destra o sinistra o anche trequartista del 4-2-3-1, come faceva Perrotta. Ci può dare tanto dal punto di vista della fisicità e dell’inserimento. Domani quasi sicuramente sarà titolare.

Kluivert è il più pronto per ricoprire il ruolo di esterno destro se non ci fosse Under?
Attualmente è quello che si adatta meglio di tutti quelli che ho. Stephan El Shaarawy l’ha fatto varie volte in passato, ma in questo momento quello che vedo come sostituto di Under è lui, con caratteristiche diverse. Attacca più la profondità e viene meno tra le linee, questo gli manca ancora, però sì

www.ilgiallorosso.it