Data di pubblicazione: giovedì 19 Aprile, 2018 0:35

Conferenza Stampa Di Francesco: “Impauriti dopo l’errore sul gol del Genoa. Lotta Champions? Bisogna sbagliare il meno possibile”

Eusebio Di Francesco, allenatore della Roma, ha parlato in conferenza stampa dopo la sofferta vittoria per 2-1 contro il Genoa. Queste le sue parole:

C’è stato un cambio di mentalità dopo un episodio negativo?

“Devo dire che su quell’errore ci siamo impauriti, ma poi la squadra ha ripreso a creare situazioni di gioco importanti che non ha chiuso. Nella prima mezz’ora abbiamo disputato un’ottima gara, siamo mancati nella rifinitura e nell’essere maggiormente cinici sotto porta. Lo dicono i numeri, oggi abbiamo portato a casa i tre punti che sono importantissimi, perché tutti vogliono il biglietto per Roma-Liverpool, ma noi volevamo i tre punti oggi.” 

Come mai tre centrocampisti ‘leggeri’?

“In mezzo al campo hanno fatto una buona gara, poi abbiamo sbagliato quella palla che può determinare un giudizio negativo. Gonalons ha recuperato tantissimi palloni e fatto begli assist, abbiamo bisogno di tutti: oggi abbiamo vinto cambiando, con la Fiorentina abbiamo cambiato meno e perso. Non sono soddisfatto totalmente, ma è stata una buona gara in cui si poteva fare qualcosa di meglio. Le catene sono andate molto bene.”

La lotta Champions?

“Non sono stupito da Lazio e Inter, i nerazzurri possono allenarsi con continuità, ora anche la Lazio che non ha altre competizioni. Noi abbiamo la bellezza di fare la semifinale di Champions League, non sottovalutando il campionato. Il Genoa è una squadra che con Ballardini ha fatto pochissimi gol, è una squadra difficile da affrontare. Quel che abbiamo concesso glielo abbiamo regalato noi. La Lazio è forte, ha qualità, carattere, oggi ha vinto una partita difficile. Dobbiamo sbagliare il meno possibile.”

La Roma è troppo dipendente da Ünder?

“Credo che l’Inter abbia 25 gol di Icardi, la Lazio 27 di Immobile. Avere cannonieri è capitato a squadre vincenti, è normale che ci siano giocatori più bravi a determinare. Noi creiamo veramente tanto, ma manchiamo in concretezza. Divento noioso, ma anche stasera potevamo vincere 3-1, 4-1. Magari concedi due gol agli altri, Alisson è stato bravo in un’occasione. Dobbiamo essere più bravi nell’andarle a chiudere.”

Sprechi per egoismo?

“Quando sei in campo, nel finale magari sei un po’ accecato. Džeko poteva far gol con facilità, ma anche in altre occasioni potevamo essere più bravi, siamo mancati in queste situazioni di gioco, su cui dobbiamo migliorare. Oggi dovevamo vincere e abbiamo vinto, era importante non staccarsi dalle altre, con un calendario che non ci aiuta, a Ferrara sarà un impegno importantissimo, ho allenato squadre che devono salvarsi e so che significa.”

www.ilgiallorosso.it