Data di pubblicazione: mercoledì 29 Maggio, 2019 10:28

C’è l’intesa con Percassi via al progetto Champions

Alla fine ha prevalso il cuore. Ma anche la ragione ha avuto la sua parte. E Gian Piero Gasperini ha fatto la sua scelta: resterà a Bergamo, l’Atalanta delle meraviglie, quella che ha stupito l’Europa col suo gioco, avrà ancora lui al timone. I dubbi manifestati negli ultimi giorni, frutto anche della suggestione Napoli e soprattutto dell’interesse della Roma, avevano fatto pensare a un possibile divorzio del tecnico dalla famiglia Percassi. E invece, dopo il taglio della torta per festeggiare l’approdo nell’Europa dei grandi nella cena sociale di lunedì, oggi è atteso il brindisi con il presidente Antonio Percassi e suo figlio Luca, l’amministratore delegato, per suggellare la nuova intesa.

La svolta è arrivata ieri, in una giornata caratterizzata da un lungo incontro tenutosi a Bergamo negli uffici in centro città del gruppo Percassi. E’ stata rivisitata l’intera stagione, sono stati affrontati gli aspetti positivi (tantissimi) e quelli negativi (pochissimi). Il tecnico ha chiesto le garanzie tecniche per affrontare al meglio una avventura affascinante quanto difficile, in modo da poter competere adeguatamente sul doppio fronte campionato- Champions. Percassi ha garantito l’impegno sul mercato, nel senso di rafforzare la rosa e trattenere a Bergamo i leader della squadra. La volontà è quella di non snaturare l’organico e, se sarà necessario sacrificare un big, qualora arrivassero offerte irrinunciabili, sarà adeguatamente sostituito. In pratica: sarà inevitabile vedersi recapitare offerte a Zingonia per Ilicic e Zapata, ma al tempo stesso non va data per scontata alcuna cessione. Anzi. E con la possibilità di giocare la Champions, saranno tanti i giocatori che spingeranno per la conferma. Così ieri sono state messe le basi per andare avanti assieme. E il meeting si è concluso a metà pomeriggio con soddisfazione delle parti. Oggi, comunque, è previsto un nuovo incontro, «un caffè» ha detto il presidente Percassi, che in una uscita pubblica ha aggiunto «Sono ottimista», ma il suo sorriso tradiva la soddisfazione totale per aver mantenuto l’impegno con i suoi tifosi. Aveva promesso: «Gasp resta a Bergamo, non è in discussione» e così sarà. E l’affetto dei tifosi ha avuto sicuramente il suo peso nella scelta del tecnico così come la consapevolezza di poter lavorare in un ambiente ideale, con un grande vivaio alle spalle delle prima squadra. Dopo il nuovo vertice in programma stamattina tra tecnico e dirigenti nerazzurri, con ogni probabilità arriverà anche l’annuncio ufficiale da parte della società della nuova intesa.

Il nuovo accordo porterà con sé anche un nuovo contratto: Gasperini è vincolato fino al 2021 con opzione a favore del club. Quindi ci sarà il prolungamento fino al 2022 con un naturale adeguamento economico (ingaggio sui 2,2 milioni) e il Gasp-IV avrà inizio. Buon divertimento.

www.ilgiallorosso.it