Data di pubblicazione: sabato 20 Febbraio, 2021 14:20

Benevento-Roma, la conferenza stampa integrale di Fonseca.

Share This
Tags

Le parole del tecnico giallorosso alla vigilia della sfida contro la squadra di Inzaghi: “Al mio futuro non penso, con questi giocatori si sta creando un gruppo per i prossimi anni”

ROMA – La Roma vuole approfittare dei big match di giornata per allungare sulle rivali al quarto posto e rosicchiare qualche punto sulle milanesi. La squadra di Paulo Fonseca domani sera affronterà il Benevento di Filippo Inzaghi, non senza problemi di formazione. In difesa il tecnico portoghese non avrà a disposizione Smalling, Ibanez (è stata evidenziata una lesione), Kumbulla e Cristante, con il solo Mancini a disposizione dei titolari e le riserve Fazio e Jesus pronte a scendere in campo. Questo pomeriggio Fonseca è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match contro i campani. 

Tanta disponibilità dei giocatori a Braga anche per gli infortuni. Questo sacrificio se lo aspetta anche da domani?
“Sì, mi è piaciuto molto l’atteggiamento della squadra. I giocatori si sono sacrificati in altre posizioni, mi piace questo atteggiamento”. 

Cristante convocato per domani? Accanto a Mancini può rigiocare Spinazzola centrale?
“Bryan non sarà convocato, non è pronto per giocare. Spinazzola? È una possibilità farlo giocare difensore centrale”. 

Dzeko o Borja Mayoral?
“Vedrete domani”. 

Zaniolo ha detto che ad aprile sarà in campo. 
“Mi piace la sua voglia di tornare, ma qui stiamo lavorando soprattutto per farlo rientrare bene e al momento giusto. Penso che cono il lavoro che stiamo facendo non è importante il mese o il giorno del reucpero ma il fatto che ritorni bene. La voglia di Zaniolo è importante per questo processo”.

Spinazzola ha dimostrato di essere affidabile anche come difensore. Cosa è cambiato in lui?
“Il modulo lo ha aiutato, giocare in questa posizione lo favorisce ed è il principale motivo delle sue buone prestazioni. Giocando di più poi ha trovato più fiducia”. 

Il fondo del campo di Braga ha provocato l’infortunio di Cristante?
“Il campo era molto pesante, fisicamente è stata una gara difficile. Ha piovuto tanto… Ma non è il principale motivo per l’infortunio di Cristante. Non è pronto per questa gara, spero sia pronto per la gara col Braga”. 

Sta nascendo una Roma di giovani interessanti. Quando sapremo se sarà ancora lei ad allenarli?
“Non è importante per me, io penso solo al presente. Con questi giocatori si sta creando una squadra per i prossimi anni. È importante avere giovani che possano continuare a crescere negli anni”.

Diawara può giocare due partite in quattro giorni. 
“Può farlo, ma non so se giocherà domani. Kumbulla e Smalling stanno meglio, Marash tornerà più velocemente rispetto a Chris”. 

Perché ha scelto Pau Lopez?
“Non abbiamo gerarchie. Io e Savorani facciamo valutazioni sul momento, gioca il portiere che sta meglio. Pau sta giocando bene ed è importante dargli continuità, ma anche Mirante è pronto”. 

A che punto è l’inserimento di Reynolds?
“Non possiamo dimenticare che Reynolds si è fermato due mesi fa, ha bisogno di tempo per recuperare. Adesso è negli Stati Uniti per risolvere problemi burocratici ma sta lavorando per tornare il prima possibile”. 

Cambio di modulo?
“Ho pensato a tutto, ma dovete aspettare domani per scoprirlo”. 

Le caratteristiche del Benevento che la preoccupano?
“È una squadra forte, gioca molto col pallone ed è pericolosa in profondità. Dovremo essere concentrati al 100% per non dargli profondità”. 

ilgiallorosso.it

Classifica serie A

Our Facebook Page