Ultime Notizie

Dybala in tribuna nella vittoria contro l’Honduras. Il ct Scaloni: “Inutile rischiarlo, disponibile dalla prossima” Stadio di fattibilità. Pietralata: il nuovo iter parte il 3 ottobre DERBY ROMA-LAZIO: info biglietti. Da oggi al via la prima fase di vendita riservata agli abbonati in Curva Nord Termina la gara Italia Inghilterra 1-0 Risultato finale Italia-Inghilterra, Nations League 1-0, gol di Raspadori Spinazzola: “Quando siamo tornati a Roma dopo la Conference League ci siamo resi conto di ciò che avevamo fatto”

Questa la conferenza stampa del tecnico Aurelio Andreazzoli.

CAMPIONATO
Cosa ci aspettiamo dalle prossime partite? Siamo felicissimi di aver raggiunto l’obiettivo della finale e sono soddisfatto di aver risposto all’esigenza dei tifosi e della città di vivere un momento indimenticabile, perché Roma avrà la possibilità di dimostrare al mondo che potrà trascorrere una giornata di festa, mettendo in mostra civiltà e amore per lo sport. Vi chiedo, però, di non farmi domande sul derby di Coppa Italia. Vogliamo concentrarci sulla sfida contro il Pescara, che sarà la prossima gara.
Cosa chiediamo al nostro campionato? Temo moltissimo gli avversari di domani, perché rischiamo di pensare già alla Coppa. Il nostro futuro lo costruiremo di volta in volta su quello che porteremo a casa nei prossimi incontri. Le condizioni di Destro? Agiremo con cautela: è rientrato da poco.

DIFESA
All’inizio ci siamo schierati a tre, poi a quattro. A volte lo abbiamo fatto per trovare delle certezze, talvolta abbiamo cambiato per gli infortuni o per gli avversari che possono condizionarti su questi aspetti. L’intenzione è sempre quella di avere una idea di gioco nostra, tenendo sempre conto delle peculiarità di chi abbiamo di fronte. In Serie A se non consideri gli avversari hai solo la possibilità di rimetterci. Il sistema di gioco non indica la squadra, ma il tratto distintivo dell’atteggiamento del gruppo è la filosofia che i giocatori incarnano. La Juventus, ad esempio, gioca con la difesa a tre e attacca moltissimo.

FUTURO
Io non ho mai parlato del mio futuro con i dirigenti. Abbiamo sempre avuto le idee chiarissime su quello che dovevamo fare e sul mio ruolo. È un ruolo pensato da qui alla fine del campionato, teso a ricavare il massimo in questo periodo, sia nella valorizzazione dei calciatori, sia nel raggiungimento degli obiettivi di classifica importanti per la Società e per il prossimo anno. Poi, ovviamente, l’obiettivo era quello di arrivare al derby di fine stagione per goderci una giornata indimenticabile.

SISTEMA DI GIOCO
Il nostro finora è stato un percorso volto al mantenimento di ciò che di buono sapeva fare questa squadra. Quindi siamo arrivati al momento di dover cercare il giusto mix tra tutte le esperienze fatte finora. Ora credo che ci siano le idee molto più chiare su cosa fare. Abbiamo gestito una situazione infortuni particolare e ne siamo usciti in maniera soddisfacente. Il gruppo è ricomposto e ora, facendo leva sulle nostre esperienze, cercheremo di trarre il meglio da questi ragazzi. La scelta del sistema non deve essere una sorta di crociata di un allenatore. Bisogna valutare i calciatori che si hanno e i compiti che si affidano loro devono essere tesi a far esprimere al meglio le caratteristiche di ogni singolo. Quando ci si riesce, si notano dei vantaggi globali, perché avendo i calciatori la possibilità di darti il meglio, tutta la squadra ne trae giovamento.

APPROCCIO
Se dobbiamo migliorare l’approccio alle partite? Abbiamo notato tutti questo problema: ci siamo posti delle domande e stiamo cercando delle risposte. Questo aspetto non ci piace.

CHAMPIONS
Solo l’aritmetica può dire se gli obiettivi sono raggiungibili o meno. Noi, sfruttando la possibilità di domenica in domenica di incrementare la classifica, è evidente che punteremo al massimo come faranno le squadre che sono davanti a noi. Se saremo bravi e fortunati, saremo felici di raggiungere un traguardo più importante.

ORARI DI COPPA
A che ora preferisco giocare la finale di Coppa Italia? La gara era stata programmata per domenica 26 maggio a sera e giocare a quell’ora sarebbe il massimo per la città di Roma. Noi, comunque, ci atteniamo alle decisioni delle autorità competenti.

DE ROSSI
Daniele durante la carriera ha dimostrato di poter giocare sia con un compagno vicino, sia da solo o da intermedio. Io credo semplicemente che il rendimento dimostrato dipenda molto dalla sua condizione fisica. A San Siro ha fatto bene, è cresciuto molto nel secondo tempo. Darà tanto a questa squadra, peccato si sia dovuto fermare nella settimana prima della semifinale di mercoledì.

CALENDARIO
La prestazione degli atleti è molto condizionata dalle partite alle 15 di questo periodo, a causa del caldo. A calcio, però, bisogna esser pronti a giocare a tutte le ore. Dobbiamo adattarci e pensare che anche i nostri avversari possono avere lo stesso problema.

PESCARA
Bucchi ha detto che cerca il punto per ripartire? Temo esattamente questo. Per il Pescara sarà una partita importante e dovranno dimostrare di essere calciatori di Serie A. Faranno una grande partita: esprimeranno il massimo, davanti a un grande pubblico. Dovremo essere consapevoli che questi pericoli saranno i nostri nemici.