Data di pubblicazione: giovedì 11 gennaio, 2018 10:03

Florenzi, rinnovo o addio alla Roma

Share This
Tags

Alessandro Florenzi al bivio. Lo stesso bivio da cui negli anni scorsi sono passati anche Francesco Totti e Daniele De Rossi. Gli ultimi due hanno sempre scelto la Roma: sarà lo stesso per Florenzi? L’accordo attuale coi giallorossi scade a giugno 2019, da qui alla prossima estate Florenzi e la società giallorossa dovranno giocoforza prendere una decisione, insieme. Proseguire il cammino o salutarsi un’altra volta dopo il momentaneo addio del 2011? In quel frangente andò a Crotone, in prestito, per trovare più spazio e crescere. È tornato, si è conquistato un posto da titolare nella Roma, ora è inamovibile nello scacchiere di Eusebio Di Francesco nonostante la doppia rottura del crociato degli anni scorsi. Un intoccabile nella Roma, capitano quando De Rossi resta fuori dall’undici titolare, ma la trattativa per il rinnovo di contratto non è ancora entrata nel vivo.

APPUNTAMENTO – Entro fine gennaio è previsto un incontro, nel quale si dovrebbero gettare le basi per un nuovo accordo per un prolungamento di due o tre anni, con deciso ritocco dell’ingaggio. Attualmente Florenzi guadagna circa 2 milioni netti compresi i premi e, superato il doppio infortunio, non mancano società pronte ad offrirgli uno stipendio ben più alto. Florenzi, dal canto suo, non ha ancora deciso cosa fare del suo futuro. È legato alla Roma, si sente parte di un progetto ambizioso e ha voglia di giocare, con la fascia al braccio, nel nuovo stadio, ma prima di mettere nero su bianco la firma sul nuovo contratto vuole riflettere. Nelle dichiarazioni degli ultimi anni è sempre stato cauto, non ha mai escluso un possibile addio. Ma lascerebbe Trigoria per un club prestigioso all’estero, per esempio per andare in quell’Inghilterra dove è fissato il summit di mercato tra Pallotta, Monchi, Baldissoni, Fienga e Baldini (da capire se in prima persona o tramite call). E proprio negli incontri in programma nei prossimi giorni a Londra.

FLORENZI NON SI SBILANCIA – “Il rinnovo di contratto? Sono cose che riguardano il mio procuratore (Alessandro Lucci, ndr) – ha detto in proposito prima della sfida contro la Juventus in un’esclusiva a Sky Sport -. Si occupa di me quotidianamente e lascio fare a lui. Lo considero il miglior agente”. Il direttore sportivo Monchi, dopo le priorità Manolas e Nainggolan, si è lasciato per ultima la trattativa con l’agente di Florenzi. Appuntamento previsto inizialmente per i primi giorni di gennaio, ma la crisi vissuta dalla squadra di Eusebio Di Francesco ha fatto passare in secondo piano tutto il resto, compreso il rinnovo di Florenzi. L’esterno giallorosso non ha fretta, aspetta sia la società a cercarlo naturalmente. Una volta di fronte all’offerta di rinnovo, Florenzi dovrà passare dalle parole, poche quelle sin qui pronunciate sul futuro, ai fatti.